Al Boca, piatti d’autore sul mare.

La storia del Boca è lunga, molto lunga. Inizia nel lontano 1957 con tutt’altro stile, altra idea e altro mondo. Negli anni Novanta l’insegna porta il nome di “Corto Maltese”, un pub di fatto disperso nel nulla dove la caccia da piuma si confonde con le canne da pesca. Tutto questo fino al 2006 quando Francesca ed Eugenio decidono di rilevarlo e di condurlo, attraverso una mutazione sia ideologica sia sostanziale, verso l’alta cucina creativa. È qui che entra in ballo la vera scommessa della coppia: Irvin Zannoni. Tenace, motivato e molto preparato, da gennaio 2020 executive chef del Boca, Irvin Zannoni ha palato, un palato istintivo. Sa fondere gli elementi dai più poveri ai più preziosi: una cucina di sostanza ma che vive d’inusitati equilibri e linearità dei sapori. Da lui, proprio dalle idee di Irvin Zannoni, ai fornelli, nasce il nuovo corso del Boca: più curato nei dettagli, con una cucina con tocchi di grande tecnica e ricercatezza. Il suo stile è un prepotente mix di sapori forti e decisi come quelli del suo amato Adriatico dal quale attinge la maggior parte degli elementi utili alla sua creatività, attraversando chilometri di mare, con le sue biodiversità, dai confini di Cattolica fino ad arrivare a Goro. Le verdure – fondamentali nella sua cucina – arrivano dalle valli e dai piccoli fornitori-artigiani scelti negli anni direttamente dallo chef: una selezione attentissima ed estremamente utile per esaltare la struttura dei suoi piatti. Visionario al punto giusto, Irvin è alla ricerca della tecnica perfetta, che possa esaltare principalmente le materie del luogo partendo dalla cucina povera dei pescatori, passando ai fondi di cottura e alle tecniche apprese dallo chef Giancarlo Perbellini (suo maestro), per arrivare al suo di stile, quello del Boca. Qui si viene anche per lasciarsi andare, lasciarsi in qualche modo guidare, non solo dalle onde che sfiorano i piedi, ma anche da un simbolico viaggio che a tratti ricorda quello di Mario Soldati nella Valle del Po.

Il menù preparato dallo chef per Terra e Cibo

 Snack di benvenuto & Bollicine

 Battuta di gambero rosa, maionese di pineta e pinoli tostati. 

 Radici.(viaggio nella ricerca sui vegetali)

 Risotto, burro affumicato, ricci, erbe spontanee e limone in conserva.

 Baccalà e porri alla brace, salsa all’erborinato

di capra e porro bruciato.

 Predessert

 Mango che passione.

 Caffè, liquori e distillati.

 

 Dalla cantina di Terra e Cibo

 -DOC Trento Brut Riserva Nature – Azienda Bellaveder

-Falerio DOC Bio – Cantina Centanni, azienda di Montefiore dell’Aso in provincia di Ascoli Piceno, premiata come miglior cantina biologica dell’anno Selezione Green nel 2022 al Vinitaly.

 La cena è fissata per:

 Giovedì 30 maggio 2024 alle ore 20,30

Boca Beach Restaurant – Viale Italia 301 Marina Romea (Ra)

La serata è aperta ai soci di Terra e Cibo e ai Non Soci.

Il costo (tutto compreso) è di € 90,00 per i soci, € 95,00 non soci.

Posti disponibili 50. Prenotazione obbligatoria al n.340/0551760

 

In fase di prenotazione, vi preghiamo di prendere visione del nostro menù e di comunicarci la presenza di eventuali allergie, in modo da lasciarci il tempo di formulare un’esperienza conforme alle vostre necessità.

Durante la serata, sarà possibile associarsi o rinnovare l’adesione a Terra e Cibo.